Corriere della sera

Angel Service news

CRONACA

L’EMERGENZA

Migranti, Alfano: «Milano merita gratitudine e non sarà lasciata sola»

di Redazione Milano online

 

I posti già trovati

Nel vertice di mercoledì mattina in Prefettura si è parlato di nuovo della possibilità di utilizzate l’ex campo base di Expo per l’accoglienza: la decisione è slittata ai prossimi giorni, in quanto servono diversi passaggi tecnici. È stato ribadito che il peso dell’accoglienza non dovrà ricadere soltanto sulla città, ma su tutti i Comuni dell’area metropolitana. Intanto, a Milano, da lunedì sera ha spalancato le porte ai profughi il Memoriale della Shoah al binario 21 della Centrale. I posti sono in tutto 40 e la comunità di Sant’Egidio, che lo gestisce con il Progetto Arca, ha ricevuto più di 200 tra mail e telefonate di persone che si mettevano a disposizione come volontari. Entro sabato apriranno il Cam di via San Marco-Ponte delle Gabelle, che mette a disposizione 50 posti e sarà affidato alla gestione di Remar-Angel Service, e due strutture destinate ad accogliere mamme con bambini: la prima (20 posti in tutto) a Cascina Cuccagna, la seconda a Baggio (75 posti) nel Residence Carcano. È già attivo, con il Memoriale, anche il Ceas al Parco Lambro, che apre ad altri 15 ospiti portando a quota 200 il numero dei posti attivati ex novo. Intanto, al Governo il Comune ha chiesto di poter utilizzare l’ex ospedale militare di Baggio, in via Forze Armate. Oltre alla caserma di via Corelli dove, in attesa di ristrutturazione, sarà possibile realizzare una tendopoli da almeno cento posti, e nuove strutture di proprietà del Demanio militare.

12/7/2016