Project

UNkODE è un progetto finalizzato al reinserimento sociale e professionale di giovani detenuti ed ex detenuti attraverso l’acquisizione di competenze ed esperienze nella produzione di capi di abbigliamento.

L’idea nasce dalla Cooperativa Sociale Angel Service e dall’agenzia di comunicazione Contatto C, con la collaborazione della Casa Circondariale San Vittore di Milano che hanno allestito un laboratorio creativo e di produzione abbigliamento e accessori in cui lavorano detenuti ed ex detenuti “giovani adulti” (dai 18 ai 26 anni): una fascia di età delicata all’interno delle carceri e nello stesso tempo più portata ad un corretto rientro nella società.

Attualmente il laboratorio è sito ed operativo all’interno della Casa di reclusione di Bollate.

img_project

Il progetto darà nuove competenze ai giovani, che nutriranno la consapevolezza nelle proprie capacità e proveranno una tangibile soddisfazione nella produzione di capi di qualità, più gratificante dell’apparente scorciatoia che li ha illusi e li ha portati alla segregazione in cella.

Il nome UNkODE è un neologismo con una voluta assonanza con il termine uncode (senza codice in gergo) e fonde le parole unknown (sconosciuto) e code (codice), e vuole significare: codice sconosciuto, senza codice.

L’interpretazione è duplice: senza codice indica un comportamento che non segue le regole, non ubbidisce alle leggi che gli vengono imposte e nello stesso tempo difende la specificità della persona, che nelle strutture detentive come nella società rischia spesso di diventare solamente un numero, un codice.